+39 045 8731774 info@bakeryline.com

FORNO A TUNNEL

A ogni cottura il suo forno TUNNEL

La cottura è la fase più importante dell'intero processo di produzione di qualsiasi prodotto da forno. Oltre a un forno a tunnel adeguato, ogni prodotto richiede personalizzazioni specifiche.

Ecco perché IBL presta particolare attenzione e cura nella costruzione dei propri forni.

Chicco di caffè

CONVEZIONE

Adatto per laboratori artigianali o di piccole / medie dimensioni con particolare flessibilità richiesta durante la giornata di produzione

Chicco di caffè

CICLOTERMICO

Particolarmente adatti a laboratori di grandi dimensioni, consentono di cuocere una varietà di prodotti, dai biscotti al pane di medie o grandi dimensioni

Chicco di caffè

GAS DIRETTO

Ideale per biscotti laminati e rotostampati, torte, cracker, ecc. che richiedono alte temperature e tempi di cottura brevi

Chicco di caffè

IBRIDO

Il sistema di cottura a forno a tunnel ibrido viene utilizzato combinando due o più sistemi di riscaldamento diversi

Chicco di caffè

ALTA TEMPERATURA

Adatto per prodotti che richiedono alte temperature (400 ° C) e tempi di cottura ridotti (120 sec)

Chicco di caffè

SCARICA IL DEPLIANT

PRODUZIONE

COME NASCONO I CRACKER

E' per noi è un piacere raccontarvi direttamente dalla nostra azienda i passaggi che portano alla realizzazione dei nostri prodotti, dalla più piccola macchina per laminazione, alla produzione di forni, fino alle linee di produzione automatiche complete.


Oggi vogliamo mostrarvi alcuni fotogrammi della produzione di un forno ibrido, il cuore della produzione di mini cracker, composto da una prima parte con gas diretto e una seconda parte con convezione
.

CONVEZIONE

Il forno a convezione è adatto per la cottura di prodotti dalla pasta morbida, prodotti colati ecc. Abbinato ad altri sistemi di riscaldamento può essere utilizzato inoltre per formare soluzioni ibride di cottura.

Il forno è costituito dai moduli progettati ed assemblati tra di loro, sostenuti da una struttura in acciaio fissata al pavimento. In seguito al riscaldamento, le camere hanno la possibilità di dilatarsi, grazie ad un sistema “a scorrimento”, appositamente studiato.

Le camere e i gruppi di combustione sono costruiti con materiali adeguati per il funzionamento alle alte temperature.

Le camere e i gruppi di combustione sono costruiti con materiali adeguati per il funzionamento alle temperature alte.

Come isolamento termico viene utilizzata lana di roccia sfusa e fibra ceramica, racchiusa da pannellatura in acciaio inox.

Il calore è separato tramite una serranda in due camere di pressione; sopra e sotto il nastro trasportatore. Ognuna di esse può essere controllata indipendentemente per trarre il maggior beneficio nella distribuzione del calore.

La presenza di uno speciale scambiatore il calore, assieme al meccanismo che fa ricircolare l’aria della camera di cottura tramite la camera di combustione permette una risposta rapida e precisa.
La testata di rinvio comprende un sistema di tensionamento pneumatico.

Il gruppo di traino sulla testata di uscita è composto da un motore comandato da inverter e da un dispositivo di traino manuale utile in caso di emergenza.
Tutto il sistema è controllato da un quadro elettrico di comando posto nelle vicinanze del forno.

CICLOTERMICO

Il forno ciclotermico è adatto a cuocere prodotti dolciari da impasto morbido (biscotti rotativi e stampati), taglio a filo, pane, tortine, prodotti fatti di pan di spagna ecc. Il forno è costituito dai moduli progettati ed assemblati tra di loro, sostenuti da una struttura in acciaio fissata al pavimento. In seguito al riscaldamento, le camere hanno la possibilità di dilatarsi, grazie ad un sistema “a scorrimento”, appositamente studiato. Le camere e i gruppi di combustione sono costruiti con materiali adeguati per il funzionamento alle alte temperature. Come isolamento termico viene utilizzata lana di roccia sfusa, racchiusa da pannellatura in acciaio inox. La camera di combustione, in acciaio inox, trasferisce il calore ai radiatori posti sopra e sotto il nastro trasportatore, nella camera di cottura.

Un numero sufficiente di tubi radianti vengono forniti per alimentare un carico termico equilibrato. Il forno ciclotermico trasmette la temperatura ottenuta nella camera di combustione mediante un bruciatore e una ventola per la circolazione dell’aria. Il calore viene trasferito ai due fasci radianti controllati indipendentemente. La testata di rinvio comprende un sistema di tensionamento pneumatico.

Il gruppo di traino sulla testata di uscita è composto da un motore comandato da inverter e da un dispositivo di traino manuale utile in caso di emergenza.

Tutto il sistema è controllato da un quadro elettrico di comando posto nelle vicinanze del forno.

GAS DIRETTO

Il forno a gas diretto è adatto per prodotti a pasta morbida fino a cotture di crackers. Abbinato al sistema ciclotermico o a quello a convezione può essere inoltre utilizzato per formare soluzioni ibride per altri tipi di prodotto.

Questo forno è costituito dai moduli speciali assemblati tra di loro, sostenuti da una struttura in acciaio fissata al pavimento. In seguito al riscaldamento, le camere hanno la possibilità di dilatarsi, grazie ad un sistema “a scorrimento” appositamente studiato.

Le camere e i gruppi di combustione sono costruiti con materiali adeguati per il funzionamento alle temperature alte.
Come isolamento termico viene utilizzata lana di roccia sfusa e fibra ceramica, racchiusa da pannellatura in acciaio inox.

La trasmissione del calore all’interno del forno avviene grazie alla combustione generata dai bruciatori posizionati su cielo e platea della camera di cottura.

Il forno a gas diretto è fornito con il sistema combinato di controllo della scintilla e sistema di sicurezza per i bruciatori. Tutto il sistema è conforme alle regole internazionali sulla sicurezza.La testata di rinvio comprende un sistema di tensionamento pneumatico.

Il gruppo di traino nella testata di scarico è composto da un motore comandato da inverter e da un dispositivo di traino manuale, utile in caso d’emergenza. Tutto il sistema è controllato da un quadro elettrico di comando posto nelle vicinanze del forno.

IBRIDO

Il sistema di cottura con il forno ibrido viene impiegato abbinando due o più sistemi differenti di riscaldamento.

La flessibilità di cottura si evidenzia nelle impostazioni termiche, con la possibilità di differenziare la temperatura di ogni zona, attraverso movimenti d’aria all’interno della camera di cottura e la gestione del sistema di aspirazione dei vapori in ogni singola zona.

E’ possibile ottenere le seguenti combinazioni di forno:
- Fiamma diretta + ciclotermico
- Fiamma diretta + ciclotermico + convezione
- Ciclotermico + convezione

Tra un circuito di riscaldamento e quello successivo viene posizionata una serranda di protezione, al fine di evitare movimenti d’aria e interferenze di temperatura.

ALTA TEMPERATURA

Il forno a pannelli radianti è studiato e realizzato per prodotti che richiedono alta temperatura e breve tempo di cottura, quali pizza pita, piadina e similari.

Questo forno è costituito dai moduli speciali assemblati tra di loro, sostenuti da una struttura in acciaio fissata al pavimento. In seguito al riscaldamento, le camere hanno la possibilità di dilatarsi, grazie ad un sistema “a scorrimento” appositamente studiato.

Le camere e i gruppi di combustione sono costruiti con materiali adeguati per il funzionamento alle temperature alte.

Come isolamento termico viene utilizzata lana di roccia sfusa e fibra ceramica, racchiusa da pannellatura in acciaio inox.

La trasmissione del calore all’interno del forno avviene grazie alla combustione generata da i bruciatori radianti posizionati su cielo e platea della camera di cottura.

Il calore viene trasmesso al prodotto secondo due principi:
per irraggiamento, grazie alla differenza di temperatura tra la superficie del pannello ed il prodotto;
per convezione, tramite il riscaldamento dell’aria a contatto che trasmette calore al prodotto.

Ogni zona di cottura è dotata di controllo della temperatura indipendente per entrambi i gruppi di bruciatori posizionati sul lato superiore della camera di cottura e sul fondo.

Il controllo della temperatura è indipendente per ogni singola zona ed è a sua volta regolabile nel cielo-platea.
L’estrazione dei vapori e dei fumi che si creano all’interno della camera è garantita da un canale longitudinale al forno collegato ad un camino di scarico tramite un ventilatore di aspirazione completo di serranda. Il trasporto del prodotto viene fatto su pietra.
La testata di rinvio comprende un sistema di tensionamento pneumatico.
Il gruppo di traino è posizionato nella testata di uscita ed è composto da un motore comandato da inverter e da un dispositivo di traino manuale, utile qualora un’emergenza lo richieda. Tutto il sistema è controllato da un quadro elettrico di comando posto nelle vicinanze del forno.

Contatto

IBL SRL

Industrial Bakery Line

Via Spagna, 1A

37069 Villafranca di Verona - Italia

Telefono + 39 045 8731774

P.IVA 03844020234

VIENI A TROVARCI!

mattina

08.30 AM -12.30 PM

pomeriggio

14.00 - 18.00